PERCHÉ BITCOIN POTREBBE PRESTO TORNARE AI LIVELLI DI PREZZO DI LUNEDÌ DOPO IL TEST DI 12.000 DOLLARI

Bitcoin sta cercando di ritestare 11.760 dollari come supporto, un analista di crittovaluta recentemente condiviso.

Ha fatto questi commenti perché BTC/USD ha mostrato segni di un’estesa correzione al ribasso un giorno dopo aver ritestato 12.000 dollari come livello di resistenza. La coppia era scambiata a 12.086 dollari al massimo martedì.

Ciononostante, un comportamento di maggior profitto nei pressi del suddetto high intraday ha scatenato una mossa al ribasso. Una parte del sentimento di correzione ha anche preso spunto dall’indice del dollaro USA, che è rimbalzato martedì dopo essere precipitato al suo minimo storico di due anni. Gli operatori assumono un dollaro più forte come il segno di un Bitcoin più debole.

L’analista ha detto qualcosa di simile nella sua analisi del Bitcoin di mercoledì, in quanto ha previsto un tuffo verso il livello di 11.700 dollari. Ha paragonato il sentimento di ribasso della criptovaluta con il movimento del dollaro verso l’alto, notando che anche il verdone sta osservando un breakout al di sopra di un importante livello tecnico.

Ha poi sostenuto che esiste una correlazione inversa tra i due beni. Detto questo, la probabilità di un test DXY 92,57 per un breakout esteso ha aumentato i rischi di Bitcoin di una mossa più profonda al di sotto di 11.760 dollari.

„Per mantenere il nostro corso rialzista, mi piacerebbe vedere BTC rimbalzare a [$11.760] e DXY respingere alla freccia“, ha twittato l’analista. „Ridurrò l’esposizione alla crittografia a meno della metà se entrambe le richieste non saranno soddisfatte“.

I FONDAMENTI

Il dollaro ha recuperato martedì a causa di due fattori. In primo luogo, i commercianti stanno cercando di acquistare il biglietto verde ai suoi livelli più bassi degli ultimi due anni. In secondo luogo, sono ottimisti al riguardo dopo che i dati di agosto della manifattura statunitense hanno mostrato un’espansione al suo tasso più veloce dalla fine del 2018.

Questo ottimismo ha ridotto la domanda di rifugi sicuri e di beni scarsi. Il Bitcoin, spesso pubblicizzato come l’iterazione digitale dell’oro, è sceso al crescere del dollaro USA. Nel frattempo, anche l’oro a pronti reale ha registrato perdite intraday.

Il rapporto conferma che la ripresa economica statunitense è reale“, ha detto Naeem Aslam, capo analista di mercato di Ava Trade, „e quindi abbiamo sperimentato un rimbalzo dell’indice del dollaro“. Gli speculatori hanno venduto il dollaro come se ci fosse stata una condanna a morte emessa per l’indice del dollaro dalla Fed. Il potente dollaro è tornato“.

La Bitcoin è salita di circa il 65% quest’anno e ha raggiunto un massimo di circa 12.500 dollari ad agosto, in agosto, nel corso di una massiccia azione di stimolo attraverso le principali economie, volta ad aiutare i mercati a superare la pandemia COVID-19.

COSA C’È DOPO PER BITCOIN?

A parte i livelli tecnici, Bitcoin si sforza di mantenere la sua tendenza rialzista sui timori di una seconda ondata di infezioni da COVID-19. La pandemia appare tutt’altro che finita, il che potrebbe mettere ulteriore pressione sull’economia globale. Se ciò dovesse accadere, le banche centrali non avranno altra scelta se non quella di espandere i loro programmi di allentamento quantitativo.

Di conseguenza, il declino del dollaro statunitense molto probabilmente continuerà.

„Sembrerebbe che il QE non possa essere invertito senza cratere i mercati finanziari che è destinato a sostenere“, ha detto la Greyscale Investments di New York nel suo rapporto di agosto, aggiungendo che aumenterebbe le offerte per i porti sicuri come l’oro e il Bitcoin.

Il Bitcoin era scambiato a 11.893 dollari al momento di questa scrittura, con un calo dello 0,26% fino a questo mercoledì.